A proposito di Digital Ecosystem

Che cos’è un digital ecosystem e come possiamo definirlo? Ce lo spiega Cristiana Falcone da un articolo preso dai suoi blog di tecnologia e di metaverso, Tradotto in ecosistema digitale in italiano, è a tutti gli effetti un gruppo di risorse informatiche interconnesse, che vanno a funzionare come un’unica unità. Gli ecosistemi sono spesso costituiti da fornitori, partner, clienti, applicazioni, tecnologie. La parola chiave per far sì che tutto funzioni è l’interoperabilità. 

Come funzionano gli ecosistemi digitali e cosa sono

Il concetto di ecosistema digitale non ci appare nuovo, e il motivo è semplice. È la stessa biologica, con ecosistema naturale, che ci spiega perché anche nel mondo del web sono nati degli ecosistemi. Nel mondo digitale, l’ecosistema, infatti, è frutto di un’intensa collaborazione e competizione, che, sì, si svolge in autonomia, ma facendo parte di qualcosa di più grande. 

Di fatto, l’ecosistema digitale permette di entrare in una rete complessa, dove tutti si connettono online e interagiscono in modo differente, con l’obiettivo di creare valore per tutti. L’ecosistema può estendersi in vari settori. Ma cosa serve per la gestione dell’ecosistema? 

Gli strumenti dell’ecosistema digitale: i più diffusi

Naturalmente, per la collaborazione digitale, è fondamentale fare uso di determinati prodotti e servizi. Per esempio, possono essere utili i software di gestione delle attività, le biblioteche online, gli archivi di risorse. Allo stesso tempo, indubbiamente un CRM può rivelarsi estremamente utile, poiché è uno strumento di coinvolgimento con i clienti. 

Tra di loro i collaboratori possono sentirsi mediante le e-mail, la condivisione di file, le videocall o la messaggistica istantanea. In alternativa si utilizzano anche delle piattaforme pubbliche, come siti web, app mobili o canali dei social media. 

Come si crea la mappa dell’ecosistema digitale? 

La trasformazione digitale, spiega Cristiana Falcone, che è esperta di tecnologia e dal 2006 CEO e membro del Consiglio di Amministrazione della JMCMRJ Sorrell Foundation che promuove iniziative innovative globali nell’ambito della salute, dell’educazione e della riduzione della povertà per il raggiungimento degli obiettivi UN SDG,è ormai in atto, e di conseguenza per lavorare online è fondamentale creare una sorta di mappa, che è utile per osservare il lavoro dei dipendenti, ma anche l’andamento del business, così come la creazione di obiettivi realistici da conseguire nel tempo. 

-Creare l’elenco degli strumenti che utilizza l’ecosistema; 

-Documentare chi utilizza gli strumenti; 

-Classificare l’uso degli strumenti; 

-Formare una connessione tra gli strumenti che possiedono funzionalità simili; 

-Definire l’efficacia di ogni strumento; 

-Dare la priorità agli strumenti per comprendere se funzionano o meno.

I principi dell’ecosistema digitale

Ovviamente, l’ecosistema digitale in impresa si basa su alcuni principi da adottare. Per esempio, connettività, tecnologia, standardizzazione, sicurezza, produzione e competitività. Sono i punti di partenza che consentono di creare l’ecosistema, in cui tutti possono lavorare in modo pari e soprattutto offrire soluzioni all’azienda.

Un fattore da non sottovalutare assolutamente è la sicurezza: prodotti, macchine e apparecchiature intelligenti devono essere protette con il fine di evitare qualsiasi fuga di dati, dal momento in cui si lavora online e si entra in contatto con migliaia di dati ogni giorno. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.